Skip to content
Obiettivi
Gli obiettivi del progetto e le azioni relative a ciascuno di essi sono i seguenti:

1) Definire un protocollo operativo per il bio-risanamento basato sull’agricoltura per i suoli agricoli contaminati nel SIN (siti di interesse nazionale) "Litorale Domizio-Agro Aversano, protocollo che includa anche l'uso delle biomasse contaminate per la produzione di energia rinnovabile, con la prospettiva di proporlo anche in altre aree inquinate.
Azioni B1, B2, B3, B4

2) Dimostrare gli effetti di questo protocollo in specifiche aree inquinate che sono state selezionate dai Sindaci dei Comuni di Trentola-Ducenta (un'area di 4.500 m2 confinante con la discarica di Taverna del re con inquinamento organico e da metalli), Castel Volturno (un'area pubblica di 5.000 m2 retro-dunale chiamata Soglitelle vicino ai "Laghetti di Castel Volturno" inquinata da metalli derivati dal poligono di tiro) e Teverola (un’area pubblica di 3.000 m2 adibita a sito per lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti urbani).
Azioni B2, B3, B4, C6

3) Sostenere gli agricoltori con strumenti normativi e finanziari volti a migliorare la bonifica dei suoli agricoli degradati e ripristinare la fertilità agronomica, la multifunzionalità e l'identità del paesaggio.
Azioni D1, D2

4) Creare un collegamento operativo tra i protocolli tecnico-scientifici prodotti dal progetto ECOREMED e gli strumenti amministrativi per il governo del territorio a diversi livelli (comunale e regionale) attraverso attività di informazione e assistenza tecnica alle autorità locali.
Azioni C5, C6, C7, D1,D2.D3

5) Definire un set di indicatori per il monitoraggio di qualità ambientale che possa essere utilizzato nel quadro normativo ambientale.
Azioni B1, C1, C2, C3,C4, C5, C6, C7

6) Rendere il pubblico, i tecnici, gli esperti, gli agricoltori e gli amministratori consapevoli dell'importanza inquinamento del suolo e delle possibilità di bio-risanamento in un quadro di sostenibilità ambientale ed economica.
Azione D2, D3